Didattica e corsi

 

 

Attività

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Attività didattica









Corso di Sintesi ed Elaborazione del Suono con MaxMSP
di Maurizio Giri




Descrizione e programma





Seminario di Canto Difonico

In collaborazione con
CENTRO ZHENPHENLING
Via G. Miani 5 - (zona Piramide)
Roma 13 e 14 novembre 2004

Docente Mauro Bagella

 

Il Canto Difonico è una tecnica vocale millenaria di origine orientale. Ancora oggi in uso fra i monaci tibetani, il canto difonico possiede una forte valenza spirituale e, secondo l’antica tradizione, proprietà terapeutiche.

 

" una tecnica che arricchisce il bagaglio di chi già canta"

"fra dinamica corporea e autocoscienza, una tecnica che attraverso l’uso della voce mette in contatto con una parte profonda di sé"

 

Mauro Bagella
Compositore, polistrumentista e cantante, ha studiato Tecnica Vocale Barocca con Fausto Razzi e Canto Difonico con Tran Quan Hai

Orari:
Sabato 13 novembre ore 10-13 / 16-19
Domenica 10-13.00

Quota di partecipazione:
euro 50 + 5 di iscrizione

Per informazioni:
Telefono 06 - 5780417
06 - 5000141


Registrati al Forum - Entra nel Forum

CsoundAV: Workshop 2004

VI edizione del workshop
tenuto da Gabriel Maldonado

[Image]

CsoundAV

Come negli anni passati, Musica Verticale propone un workshop su CsoundAV. La sessione di quest'anno avrà come tema il cambiamento di paradigma nei processi compositivi messo in atto dall'introduzione del computer nella musica, e in particolare dei linguaggi di programmazione dedicati alla sintesi del suono e del video come CsoundAV.

[Image]

Csound è il linguaggio dedicato alla sintesi del suono più diffuso nel mondo: per migliaia di persone è diventato lo strumento principale per la produzione di musica elettronica. I motivi di questo successo e di questa diffusione si trovano nel fatto che, oltre ad essere libero e gratuito, Csound gira praticamente su tutte le piattaforme e su tutti i principali sistemi operativi oggi disponibili; inoltre diverse persone sparse nel mondo si occupano costantemente del suo aggiornamento e dell’espansione delle sue potenzialità. Si tratta quindi di un grande mezzo di produzione, vivo ed in continua evoluzione. Dal momento che oggi Csound è in grado di operare in tempo reale, ed essendo possibile modificare i parametri di sintesi dal vivo, il musicista digitale dispone del più potente e avanzato strumento di sintesi del suono mai avuto prima. Csound permette di fare molto di più di ciò che fino a qualche tempo fa era possibile solo su piattaforme del costo di centinaia di migliaia di dollari.

Il tema di quest’anno sarà un’introduzione alle nuove possibilità offerte da CsoundAV nell’ambito della composizione algoritmica e generativa. Ma la sua caratteristica fondamentale e nuova è la generazione del materiale visuale per comporre immagini, animazioni e musica. La creazione della parte visiva può essere effettuata a partendo dagli stessi processi generativi progettati dall’utente per la parte musicale e viceversa. CsoundAV non è soltanto un motore di sintesi, ma integra al suo interno potenti tool per organizzare e strutturare intere composizioni musicali e visive.

CsoundAV è una versione potenziata di Csound ottimizzata per il tempo reale. Rispetto a Csound, CsoundAV implementa la sintesi ed elaborazione del video in 2D e in 3D, oltre che all'audio e al MIDI.

Il Workshop

Anche quest’anno il workshop continuerà a svolgersi nella consueta veste di 'bottega' in cui i partecipanti  avranno l'opportunità di imparare i nuovi concetti direttamente dalla loro messa in pratica sui computer disponibili.

Lo scopo del presente workshop è quello di fornire ai partecipanti le basi per comporre interattivamente e organizzare il loro pensiero compositivo tenendo conto dei nuovi parametri forniti dal mezzo.

Benchè la sua sintassi sia semplicissima, uno dei principali ostacoli alla diffusione di Csound è l’assenza di un’interfaccia grafica. CsoundAV permette di costruire interfacce grafiche personalizzate e completamente adattabili ad esigenze particolari dall’utente. Nel seminario si affronteranno quindi tutti gli eventuali problemi che si possono incontrare in un primo contatto con Csound, le opzioni di avvio, la stesura di orchestre e partiture orientate alla multimedialità.

Il workshop affronterà i seguenti argomenti:

  • Come vengono generati, registrati e gestiti i suoni, le immagini, le animazioni, il video con CsoundAV.
  • Messa a punto di CsoundAV per iniziare ad operare in tempo reale.
  • Dibattito sulla vastità dei parametri resi disponibili. Capire in dettaglio cosa sono le variabili, i segnali scalari e vettoriali e come permettono di controllare una composizione grafica o sonora.
  • Creazione di strumenti da parte dei partecipanti, i cui parametri verranno abbinati alternativamente dalla partitura, dal sistema MIDI o dai Widgets (ossia gli strumenti grafici di controllo del computer).
  • Discussione sulle applicazioni possibili: composizioni musicali, animazioni, computer-art, video-installazioni interattive e non, sonorizzazioni di ambienti, arte generativa, eccetera.

Il workshop avrà la durata di 12 ore distribuite in 3 giorni durante i quali ogni partecipante sarà seguito personalmente, e in cui la pratica avrà importanza preponderante.

Requisito consigliato ai partecipanti, è di aver familiarità con i computer, anche se a livello elementare. Comunque lo scopo del workshop è divulgativo, quindi massima cura verrà data alla comprensione dei concetti di base.

A tutti i partecipanti effettivi verrà consegnato un attestato di partecipazione e una copia dell’ultima versione di CsoundAV.